True Smart Working

E’ una tecnologia interiore
che permette a tutti, manager, professionisti e collaboratori,
di creare valore professionale e positivo,
in qualsiasi luogo, momento e situazione

Cos'è True Smart Working?

True Smart Working è un approccio culturale che fa di felicità e fiducia una strategia aziendale coerente per rendere l’organizzazione più resilienteveloceefficiente e capace di realizzare risultati straordinari
 
Abbiamo costruito organizzazioni in cui il lavoro viene identificato con un luogo o con il tempo speso in questo luogo, ma il lavoro è il contributo che ciascuno di noi dà alla società. Ecco perché True Smart Working mette l’individuo al centro, con la consapevolezza di poter generare valore al di là del luogo e del tempo, anzi utilizzando luogo e tempo affinché siano più funzionali alla generazione di questo valore. 
 
Per molto tempo lo Smart Working è stato visto solo come un re-design organizzativo per favorire il work-life balance ma questo approccio non basta. Ci sono altri elementi importanti da considerare per il successo del progetto.
 
True Smart Working ha come obiettivo il benessere degli individui, delle organizzazioni e dell’ambiente in cui operano. Il benessere vita-lavoro in grado di generare risultati di business eccezionali. 

Quali sono i vantaggi?

True Smart Working richiede disciplina, responsabilità professionale 
e un rapporto tra colleghi maturo basato sulla fiducia e sul rispetto reciproco
Produttività

Per l'organizzazione

+15% Crescita della produttività
 
-30% costi fissi spazi uffici
 
⬆︎ Facilità di attrarre talenti

Per l'individuo

+46% Work-life wellness
 
+35% Crescita della motivazione
 
76% lavoratori agili soddisfatti
 
⬇︎ Tempi di trasferimento casa-ufficio
Benessere

Per la comunità

-135kg Riduzione annua di CO²
 
⬇︎ Traffico 
 
Business continuity 
in caso di emergenze o calamità naturali

Fonte: Osservatorio Smart Working – Politecnico di Milano

Quali sono le criticità?

True Smart Working non è solo un cambiamento organizzativo o di processi. Richiede una cultura aziendale basata sulla fiducia che generi senso di appartenenzadisciplina e responsabilità professionale.  
 
In assenza di formazione specifica potrebbero crearsi situazioni di criticità come iper-connessione o eccesso di lavoro, tecnologia debilitante, spazi inadeguati, gestione delle persone inefficace, leadership non allineata, …  che influenzano negativamente il benessere personale e dell’organizzazione. 

Come fare?

Per l'organizzazione

Guidare la trasformazione in 6 streams

Approccio "tecnico-sociale"

Partendo da una profonda comprensione dei tipi di lavoro e delle infrastrutture fisiche/digitali, sociali/culturali in ufficio, a casa, in altri spazi, si analizzano le pratiche di lavoro dei diversi dipartimenti affinché sia insita la centralità della persona, una trasformazione digitale sostenibile e una smart positive leadership trasversale.

 

Le tipologie di lavoro richiedono oggi nuove discipline e rituali ibridi che possono essere abbracciati ed appresi agevolmente.

 

L’allineamento della cultura aziendale alle nuove modalità di lavoro è fondamentale in tutto il processo.

L’obiettivo finale è affiancare leader e professionisti positivi e smart affinché abbiano un impatto generativo sull’organizzazione.
+ 0 %
produttività
+ 0 %
vendite
+ 0 %
retention
+ 0 %
creatività
- 0 %
burnout
- 0 %
malattia
- 0 %
turnover

Fonti: HBR, Gallup, Shawn Achor, Forbes

Per l'individuo

Modello Smart Worker

Lo Smart Worker è un professionista ATTIVO che si pone domande, che coltiva interessi, che sviluppa pensiero critico, che costruisce teorie e ricerca soluzioni. Si pone in ascolto degli interrogativi e delle curiosità per dare forma a progetti unici orientati ad esplorare in profondità i concetti.